Diarrea dopo i pasti: perchè? Come prevenirla?

Alcune persone, dopo aver mangiato, presentano diarrea: una reazione acuta che potrebbe diventare cronica.La diarrea ha varie cause: ad esempio reazioni avverse di tipo tossico, infezioni virali o batteriche, malattie intestinali come colon irritabile, morbo di Crohn, abuso di integratori o lassativi, alterazione della composizione del microbiota e disbiosi intestinale.

I sintomi che accompagnano la diarrea post pasto sono: crampi addominali, dolori, gonfiori, sangue occulto, nausea, disidratazione e debolezza. È opportuno avvisare il medico qualora la diarrea persista ed in caso di dolori e disidratazione frequenti.

Sottovalutare il problema e non curarlo può portare a perdita di elettroliti, ferro, vitamina b12 e vitamine liposolubili.

Sono frequenti i casi di diarrea dopo aver mangiato determinati alimenti, ad esempio pizze, piadine, focacce, birra, sorbitolo e formggi freschi: in questo caso bisogna verificarne le cause con esami specifici sull’intestino, fare una visita con un gastroenterologo e, in seguito, un piano nutrizionale adatto al ripristino della flora batterica intestinale con il proprio nutrizionista di fiducia.

La dieta deve essere sempre personalizzata e, in caso di diarrea postprandiale, è bene tenere un diario alimentare cercando di identificare gli alimenti responsabili, seguire per qualche giorno una dieta leggera ed in bianco, inserendo alimenti come quinoa, riso, grano saraceno, patate, banane.

Sconsigliate, invece, vedure crucifere (es. cavoli, broccoli), asparagi, carciofi, farine bianche e fritture.